Conosci le opportunità offerte
dalla Cessione dell'Ecobonus?

Attraverso la cessione dell'ecobonus è possibile effettuare
interventi edilizi con un minimo anticipo di liquidità
e finanziando il resto con la cessione del credito fiscale

Cessione Ecobonus

Ecobonus

Con la Finanziaria 2017 è stata prorogata la possibilità di fruire della detrazione spettante per gli interventi di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici, nonché per gli interventi di riqualificazione energetica che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25 per cento della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo e per quelli finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva.
Le percentuali di detrazione - applicabile su un ammontare di spese non superiore ad euro 40.000 moltiplicato il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio – sono state innalzate nella misura del 70% delle spese sostenute, se dagli interventi derivi una riqualificazione energetica con un’incidenza maggiore del 25% della superficie disperdente lorda e del 75% delle medesime spese se gli interventi sono volti a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva.

Cessione della detrazione

Con il Provvedimento n. 108572 dell’8 giugno 2017, l’Amministrazione finanziaria ha individuato le modalità con le quali i soggetti beneficiari della suddetta detrazione possono cedere il credito corrispondente alla predetta detrazione per le spese sostenute dal 1º gennaio 2017 al 31 dicembre 2021. Il credito d’imposta può essere ceduto dai condomini, anche non tenuti al versamento dell’imposta sul reddito, a condizione che siano teoricamente beneficiari della detrazione. Inoltre esso può essere ceduto dai cessionari del credito i quali a loro volta possono effettuare ulteriori cessioni.
Il credito d’imposta può essere acquistato dai fornitori dei beni e servizi necessari alla realizzazione degli interventi in commento, da altri soggetti privati quali persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d’impresa, società ed enti ed infine da istituti di credito e intermediari finanziari nella sola ipotesi in cui il credito sia ceduto dai soggetti c.d. incapienti.

Simulazione

Nel seguito è possibile simulare gli importi dei flussi di pagamento, in termini di liquidità e di cessione del credito d'imposta, relativi a diversi scenari. In particolare è possibile tenere conto delle diverse tipologie di Ecobonus, 70% oppure 75%, è possibile variare l'importo dell'intervento ed il numero di condòmini rispetto ai quali si suddividono le spese dell'intervento.




Richiedi Contatto